Cookies: Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento, di profilazione prima parte e cookies di terze parti.
Cliccando su ACCETTA I COOKIES, utilizzando questo sito, scorrendo questa pagina, o registrandoti, presti il consenso all'uso dei cookies.
Per saperne di più clicca qui.

ACCETTA I COOKIES

Le 2 domande che fanno la differenza tra la vita e la morte di un imprenditore

Un articolo di Valerio Malvezzi

Un imprenditore, come io spiego da tempo, ha un solo fine: diventare ricco o, quanto meno, più ricco.
Se voi negate questo assioma, negate la teoria del valore, cioè il pilastro stesso della finanza.

Tutto ruota su quell’inciso (la parola “quantomeno”).

La ricchezza è relativa, non assoluta. Ma una cosa è certa: matematicamente aumenta, oppure diminuisce.
Dato che è misurabile (è un valore finanziario, si può fare con opportune tecniche), allora vige sempre questa relazione.

 

CT0  ——————–>  CT1

Dove:

  • CT0 = capitale dell’imprenditore al momento zero
  • CT1 = capitale dell’imprenditore al momento uno

Quale è la regola fondamentale del fare l’imprenditore?

 

CT1 > CT0

 

Se alla fine del periodo (per esempio l’anno) il capitale finale dell’imprenditore è maggiore del capitale iniziale dell’imprenditore, allora quello è un imprenditore che sa fare il suo mestiere, altrimenti no.
Detto in artigianese, se alla fine dell’anno hai più soldi in saccoccia di quanti ne avevi all’inizio, allora val la pena fare l’imprenditore (e anche il consulente), altrimenti no.

Il resto, tutto il resto, sono solo chiacchiere.
Un consulente che sa fare il proprio mestiere consiglia all’imprenditore di prendere quella regola e incorniciarla in un quadro, da mettere sopra la scrivania in azienda.

Di qui, ci sono due valutazioni fondamentali che deve saper fare un imprenditore:

  1. saper valutare quanto vale (ossia rende) un investimento
  2. saper valutare quanto vale (ossia rende) la propria azienda

Questi sono i 2 rami fondamentali di ciò che in finanza si chiama teoria del valore.
Dato che saper valutare queste cose richiede competenze tecniche molto evolute, estremamente superiori a quelle della media dei consulenti sul mercato, non è certo il fiscalista o il consulente generico quello in grado di rispondere.

  • Vale la pena comprare questo nuovo impianto?
  • Vale la pena ascoltare quella proposta?
  • Vale la pena aprire questo nuovo business?
  • Vale la pena entrare in quella iniziativa?
  • Vale la pena tenere aperta questa azienda?
  • Vale la pena entrare in quell’altra?
  • Vale la pena investire qui il mio denaro?
  • Vale la pena questo affare?

Comunque voi poniate la domanda, sempre di un business o di una impresa di tratta.
Ma esiste una grande differenza tra il decidere di investire in un investimento o in una azienda. Entrambe le cose, se uno vuol sapere rispondere, discendono dalla teoria del valore. Se uno non conosce professionalmente la teoria del valore, potrà solo dare consigli ridicoli.
Di qui, i disastri per gli imprenditori.

C’è gente in assoluta buona fede, spesso consigliata dal genio di turno, che ha perso vagonate di denaro nell’ “affare sicuro”.
Ecco, dove io voglio portare i miei cadetti finanzialisti, cioè i commercialisti e consulenti che si sono iscritti al Corso specialistico successivo a WIN The BANK: MASTER BANK.

Il Corso MASTER BANK (per informazioni clicca qui) è attualmente aperto nell’edizione 2016/2017 e si concluderà a luglio 2017.

Tutti si sono iscritti alla prima edizione sulla fiducia, poiché non avevo spiegato a nessuno (se non a Massimo Bolla) dove li avrei portati.

Li porterò a essere tra i pochissimi in Italia, nel mercato della piccola e media impresa, in grado di fare consulenza vera agli imprenditori sui due temi veramente strategici, che fanno la differenza tra la vita e la morte di un imprenditore.

Qui sotto, una slide della ottava giornata di Corso, dopo un semestre di insegnamento.

Non l’ho mai detto nemmeno a loro, i miei allievi.

Non l’ho mai spiegato nemmeno ai miei più stretti collaboratori.

Ora, lo scoprono qui, dopo sei mesi di corso, come lo scoprite voi.

Non sempre scopro le mie carte.
A dire il vero, non le scopro quasi mai.

Se non esattamente quando decido di farlo.

Informati sul corso MASTER BANK e, se vuoi valutare il tuo investimento,
guarda questo video che mostra i risultati di chi è già con noi in aula:


Per altre informazioni clicca su questo link.

 

Ti è piaciuto? Condividi l'articolo!

Ti è piaciuto? Leggi anche ...

Le tecniche per fare una consulenza di valore che in Italia nessun Commercialista conosce

Ero in Ufficio, quando ricevetti una telefonata. Buongiorno, si ricorda di me? – chiese l’imprenditore al telefono – Ci siamo conosciuti l’altra sera, a ...