Cookies: Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento, di profilazione prima parte e cookies di terze parti.
Cliccando su ACCETTA I COOKIES, utilizzando questo sito, scorrendo questa pagina, o registrandoti, presti il consenso all'uso dei cookies.
Per saperne di più clicca qui.

ACCETTA I COOKIES

Il Finanzialista: chi è costui?

Un articolo di Patrick Colombo

Sì, chi è un Finanzialista?

Se cercate sul vocabolario molto sicuramentenon lo troverete.

La professione di Finanzialista è stata inventata da WIN the BANK, scuola di alta formazione sui finanziamenti d’azienda.

Il Finanzialista esce dal suo Master dopo un anno circa di corso e un esame da sostenere al termine del percorso.

Tipicamente è un Commercialista che si è stancato di fare da semplice contabile per lo Stato e ritiene che sia giunto il momento di cambiare attività, diventando un Consulente d’azienda con la C maiuscola.

Già, pochi consulenti sanno vedere fra i numeri dei bilanci quello che un Finanzialista sa vedere.

Io invece, Finanzialista da una settimana, ho un percorso diverso, ho fatto impresa per 21 anni in un’azienda di medie dimensioni fortemente internazionalizzata e ho ricoperto la carica di Amministratore Delegato per vari anni.

Sono sempre stato impegnato a seguire la quotidianità, come succede a tanti piccoli e medi imprenditori e a non capire fino in fondo l’importanza dei flussi finanziari.

Mi direte: ma sei matto? Non è che non sapessi a quanto ammontavano i debiti, i crediti o la cassa ma non sapevo come leggere certi numeri, non sapevo che anche in presenza di buoni utili, l’azienda può bruciare risorse finanziarie.

Questa è l’attività dei Finanzialisti. Accompagniamo i piccoli e medi imprenditori a capire se stanno creando o distruggendo ricchezza finanziaria.

Siamo in grado di far comprendere se l’investimento che si sta per effettuare produrrà ricchezza oppure no, ma cosa più importante in quanto tempo.

Siamo in grado di valutare se le linee di credito che la banca propone all’imprenditore è coerente con i suoi bisogni o solo con quelli della banca.

Questo vale anche per le Start Up, quante volte si pensa che per partire basti solo una buona idea e un po’ di capitale? Se poi questo capitale non genererà mai flussi finanziari positivi?

Non sarebbe meglio investire prima su una consulenza che vi spiega se avete i numeri per non rischiare?

Se gli imprenditori conoscessero il vero significato dei numeri, senza fermarsi all’EBITDA o all’utile netto, scoprirebbero un mondo di cui sono all’oscuro ma che risulta essere fondamentale per la propria attività, scoprirebbero che il loro patrimonio personale potrebbe essere in pericolo molto prima dell’arrivo di qualche ingiunzione.

Io stesso sono rimasto stupito nell’analizzare i bilanci della mia società e verificando che distruggeva ricchezza anche in presenza di utili….

Non state gettando risorse se fate svolgere una pre-analisi dei vostri bilanci per sapere se siete bancabili o no. Non vi consiglio di andare in banca senza questa analisi perché poi sareste costretti a raccontare la storiella che le banche sono cattive. Le banche non sono cattive… sono solo realiste, se non vi finanziano è perché sanno che non potreste restituire quanto dato.

In conclusione, se hai necessità di valutare l’equilibrio finanziario, economico e patrimoniale della tua azienda, compila il form qui a destra e ti contatterò velocemente per risolvere il problema che ti taglia le gambe con le banche.

Ti è piaciuto? Condividi l'articolo!

Ti è piaciuto? Leggi anche ...

Cosa spinge un commercialista a diventare uno specialista di finanziamenti d’impresa (la fame)

“Guarda, non ci siamo capiti. Il punto non è perché tu dovresti venire, ma perché io dovrei ammetterti nella mia aula.” Questa, in estrema sintesi, la mia ...